Info

Backdoor podcast

Tutto quello che c'è dietro al basket
RSS Feed
Backdoor podcast
2019
May
April
March
February
January


2018
December
November
October
September
July
June
May
April
March
February
January


2017
December
November
October
September
August
July
June
May
April
March
February
January


2016
December
November
October
September
August
June
May
April
March
February
January


2015
December
November
October


All Episodes
Archives
Now displaying: November, 2016
Nov 30, 2016

Dino Meneghin è unanimemente il miglior giocatore della storia italiana.
Siamo partiti con la sua storia dalla palestra di Varese quando a 12 anni mosse i primi passi. Poi la prima squadra, la valorizzazione dei giovani italiani, il passaggio a Milano e le vittorie.
La leadership di McAdoo, la gestione esemplare di Peterson, la mente di Mike D'Antoni e il racconto dell'incredibile rimonta contro l'Aris da -31.
Il significato della maglia azzurra, il senso di appartenenza e tutte le emozioni della Hall Of Fame night.
Il tutto raccontato in prima persona.

Nov 23, 2016

Riccardo Cervi è un giocatore importante per il nuovo corso della Pallacanestro Reggiana, lo è stato in passato ed è anche stato una delle chiavi della grande Avellino nella scorsa stagione.
In questa puntata ci racconta la sua carriera, le sue passioni e la vita di un giocatore di basket dentro e fuori dal campo.

Nov 16, 2016

Davide Chinellato di Gazzetta ci racconta il suo viaggio di una settimana all'insegna delle partite in salsa Western Conference, parlando approfonditamente del record di Steph, di Davis solo sull'isola, della testa di Cousins e della maturazione di Russell.

Nov 8, 2016

Marco Taminelli ci racconta le sue diverse esperienze dal vivo sia per il basket europei, che di nazionale con un preolimpico a PortoRico con Team USA.
L'intervista sul pullman a Dieng, l'onestà intelletuale di Richard Hendrix MVP delle finali di Eurocup e il vangelo secondo Ray Allen in un'intervista da califfo.

Nov 2, 2016

Sembra impossibile che la vita prima ti metta davanti difficoltà insormontabili e poi ti restituisca le gioie nello stesso posto in cui hai vissuto le più atroci sofferenze. Tutto questo è Brindisi per Klaudio, prima sbarcato da clandestino e poi capitano di una squadra di serie A dopo anni da "invisibile". Storia di basket e vita come ce ne sono poche.

1